logo-280
Iside e il Policlinico Gemelli: una partnership d'eccellenza per la salute dei pazienti
  • 454

Il Policlinico Universitario Gemelli sceglie il Centro Medico Iside per la prevenzione delle malattie cardiovascolari, grazie agli esami diagnostici inerenti alla TC coronarica e alla Risonanza magnetica cardiaca.


Cosa si intende per TC coronarica

Si tratta di un esame radiologico per la valutazione morfologica delle coronarie e per l’individuazione di eventuali ostruzioni.

E’ consigliato per l’accertamento diagnostico delle seguenti condizioni:

  • Quando si sospetta un’ostruzione delle coronarie.
  • Per la valutazione pre-operatoria in caso di intervento per l’applicazione di uno stent o di un bypass e nei periodi successivi all’operazione.
  • Quando si sospetta una vasculite coronarica.

L’alto grado di precisione dello strumento consente inoltre di individuare eventuali anomalie morfologiche dell’aorta e delle coronarie e programmare un’eventuale e precoce angioplastica.

Come si esegue la TC coronarica

Non è un esame doloroso, ma è importante che il paziente resti fermo al fine di garantire l’accuratezza delle immagini. Grazie alle più recenti tecnologie, inoltre, anche il dosaggio dei raggi X è notevolmente ridotto.

La TAC coronarica si effettua con l’utilizzo di un mezzo di contrasto. È possibile effettuare l’esame anche senza mezzo di contrasto. In quel caso però non sarà possibile visualizzare le coronarie ma soltanto il calcium score, che, se presente in grande quantità, si associa spesso a stenosi delle coronarie.

Cos’è la Risonanza magnetica cardiaca

La risonanza magnetica cardiaca è un esame diagnostico di secondo o terzo livello che permette una valutazione precisa della capacità cardiaca e la valutazione di numerosi aspetti riguardanti la funzionalità del cuore.

L’esame in questione viene utilizzato per identificare e valutare patologie, quali ad esempio:

  • Cardiomiopatie.
  • Miocarditi.
  • Valvulopatie.
  • La massa e la funzione ventricolare.
  • Altre diverse patologie cardiache.

Come si esegue la Risonanza magnetica cardiaca

Una volta steso sul lettino al paziente vengono posizionati degli elettrodi sul torace per la valutazione della funzione cardiaca dei parametri vitali, quali:

  • la frequenza cardiaca.
  • la percentuale di saturazione di ossigeno nel sangue.
  • la pressione arteriosa.

Un magnete permette l’acquisizione delle immagini dopo aver somministrato al paziente il mezzo di contrasto, generalmente il gadolinio.

Al paziente si chiede la massima collaborazione, in quanto dovrà rimanere immobile per tutta la durata dell’esame e saranno necessarie delle brevi apnee per l’acquisizione delle immagini.

Gli esami saranno effettuati da eccellenze del settore, tra cui il prof. Riccardo Marano, medico associato ed esperto in Radiologia Toracica e Cardiovascolare del Policlinico Gemelli, il prof. Luigi Natale, medico associato e direttore della UOC Radiologia Toracica e Cardiovascolare del Policlinico Gemelli e il dott. Libero Notarangelo, responsabile del Dipartimento di Radiologia Interventistica dell’Ospedale Pugliese Ciacco di Catanzaro.