logo-280
Elettromiografia
  • 143

L’elettromiografia è una procedura diagnostica che permette di valutare il sistema nervoso periferico. Trova impiego quindi in tutti i casi in cui si sospetti una patologia del sistema nervoso periferico, ovvero malattie dei nervi e dei muscoli.

Vediamo nello specifico di quali patologie si tratta.

Patologie che rendono necessaria l’elettromiografia

Quando parliamo di malattie dei nervi intendiamo:

  • Neuropatie da compressione (sindrome del tunnel carpale, sindrome del tunnel tarsale).
  • Neuropatie periferiche e polinevriti dovute a cause come diabete, alcolismo, insufficienza renale.

Nel caso delle malattie neuromuscolari, invece, ci riferiamo a miastenia e sindromi miasteniformi.

A queste si aggiungono le malattie del motoneurone:

  • SLA.
  • SMA.
  • Poliomielite.

Abbiamo poi le radicolopatie associate a: 

  • Ernia del disco.
  • Artrosi.
  • Spondilolistesi.
  • Lesioni Traumatiche del nervo.

E concludiamo con le malattie muscolari:

  • Miositi e polimiositi.
  • Distrofie muscolari.
  • Miopatie.

Preparazione all’esame

Prima dell’esame è necessario comunicare se si è portatori di malattie della coagulazione o se si assumono farmaci anticoagulanti e se si è portatori di pacemaker, defibrillatore, cardioverter impiantabile.

Il giorno dell’esame è necessario portare le documentazioni pregresse e si consiglia di non utilizzare alcun tipo di crema.

Dott.ssa Telarico Pierangela – Neurologa