logo-280
  • Blog
  • by Alessia
  • 7 Novembre 2023
  • 236

Sabato 4 Novembre si è svolto presso il Centro Medico Iside un evento molto importante che ha conferito ulteriore prestigio all’intera struttura.

Aver ospitato infatti la prima edizione del Master di I Livello “Sport Analytics”, patrocinato e promosso dall’Università della Calabria e finalizzato alla valutazione ed ottimizzazione delle prestazioni sportive, ha rappresentato una sorta di proiezione futuristica del Centro Iside nell’ambito della medicina sportiva.

L’evento più che unico ha visto la partecipazione di numerosi “addetti ai lavori”, attirati soprattutto dalla presenza di docenti di altissimo livello e di fama internazionale, quali il dott. Adriano Di Paco, pneumologo e consulente medico sportivo di molte società calcistiche di serie A.

Il Master, la cui direzione scientifica è affidata alla prof.ssa Erika Cione e al dott. Roberto Cannataro, mira a formare professionisti capaci di valutare le prestazioni sportive ed ottimizzarle con un approccio multidisciplinare, spaziando dall’integrazione di nutrienti all’intelligenza artificiale.

Un iter specialistico che colma l’assenza a livello regionale, nazionale ed anche internazionale, di percorsi formativi qualificati sulla tematica.

Ai partecipanti vengono trasferite delle skills specifiche sui metodi e sulle tecniche di valutazione dei parametri biochimici e fisiologici, che sono alla base della prestazione sportiva, sulle tecniche per la valutazione funzionale degli atleti, sugli approcci e sulle tecnologie innovativi per l’acquisizione dei dati relativi all’attività fisica, sui temi della nutrizione, dell’integrazione e dell’allenamento.

La presenza inoltre del dott. Adriano Di Paco ha sicuramente elevato la qualità didattica, in quanto ha presentato uno dei metodi più innovativi, da lui stesso brevettato, relativo all’analisi cardiorespiratoria attualmente in uso tra gli atleti professionisti.

Il test prevede l’applicazione dapprima di una maschera al paziente, il quale si posizionerà poi su un tapis roulant dove correrà a velocità differenti. I dati raccolti analizzeranno i livelli di ossigeno insieme ad anidride carbonica e respiratoria, unita alla frequenza cardiaca. Ciò consentirà di delineare un quadro completo sulla salute dell’apparato respiratorio, cardiovascolare e metabolico dell’atleta.

Le informazioni così raccolte verranno successivamente utilizzate per pianificare l’allenamento individuale da seguire nelle settimane successive al fine di apportare le eventuali modifiche per un effettivo miglioramento delle performance sportive.